Se sei arrivato su questa pagina è perché hai intenzione di aprire un sito wordpress e stai raccogliendo informazioni prima di farlo.
Ottimo, è sempre un bene informarsi prima di compiere un passo.

Non chiudere la pagina, dedica 3 minuti a questa lettura, prometto di dare qualche consiglio utile in base alla mia esperienza senza dilungarmi troppo, senza scrivere trecento volte lo stesso concetto in maniera diversa come piace fare ai guru del SEO.

Minuto 1
Aprire un blog o un sito su wordpress rappresenta per molti di noi quell’investimento a costo zero che ha un potenziale enorme in un futuro più o meno prossimo.
Capita poi di dover affrontare la prima spesa e, forse influenzati da quell’idea di gratis che ci eravamo fatti, finiamo con lo scegliere il servizio di hosting col costo minore.

Ho aperto il primo sito WP nel 2012 con questa premessa, un blog senza troppe velleità tramite EuroDomain.com che aveva dalla sua una tariffa davvero ridicola.
Tralasciando il successo di quel sito – che non ha mai superato le 60 visite al giorno – ricordo che mi sono dovuto districare tra mille problemi di funzionamento del server, sito offline e molti altri malfunzionamenti. Questo a Google non piace, e Google è colui che ha l’ultima parola sui nostri successi e insuccessi online.

Minuto 2

Successivamente una persona mi chiese di aiutarla a costruire il suo sito.
Scegliemmo sempre EuroDomain, sempre per risparmiare.
Quel sito, trattando di corsi musicali fece una breve scalata, arrivato ai 300 visitatori al giorno venne “hackerato” e così decisi di cambiare Hosting WordPress.

Venne il momento di Aruba.it perché ormai avevo maturato l’idea che l’unico costo di esercizio andasse fatto per garantire un servizio top.
Altra scelta sbagliata – Aruba ha secondo me due problemi troppo difficili da ignorare: velocità del server  inaccettabile, tant’è che per caricare una pagina del sito servivano 10 secondi di cui 8 in attesa di una risposta dal dominio, e interfaccia utente inspiegabilmente complicata: ad ogni clic si apre una scheda diversa, si deve fare login almeno un paio di volte e non si sa mai con esattezza “dove andare per andare dove vogliamo andare”

 

Minuto 3

Dopo un altro paio di problemi gravi con Aruba sono approdato a quella che è la mia scelta attuale:
Siteground.com e finalmente credo di aver trovto il miglior hosting wordpress

Il costo è più alto di quasi tutti gli altri però le prestazioni sono divine.
Per la prima volta sono riuscito ad ottenere un punteggio pagespeed A+ e sin dal primo mese il mio sito, questo sito, ha raddoppiato i visitatori grazie ad un piazzamento migliore nelle serp.
Oltre la velocità ho apprezzato molto il servizio di SSL incluso nel prezzo e l’interfaccia utente è assolutamente pensata per andare incontro alle esigenze di chi si affaccia per la prima volta nel dietro le quinte di un sito.

 

Riepilogando, ecco cosa offre il piano base

  • 1sito web
  • 10GB spazio web
  • Adatto per ~ 10,000visite mensili
  • Trasferimento dati illimitato
  • Dominio gratis
  • Installazione WP gratis
  • WordPress Migrator Gratuito
  • Auto-aggiornamenti WP
  • SSL gratis
  • Backup giornaliero
  • CDN gratis
  • Account email gratis
  • WP CLI e SSH
  • Database MySQL illimitati
  • Energia rinnovabile bilanciata al 100%
  • Garanzia di rimborso di 30 giorni

E’ davvero tanta roba, so che il prezzo probabilmente sarà eccessivo ma già passando dai link in questo articolo potrete avere uno sconto e comunque è data la possibilità di avere un rimborso entra 30 giorni, cosa non da tutti.

 

Minuto di recupero – qualora deciderai di aderire a siteground

Passo 1: Scegli un piano di hosting

SiteGround ha tre piani hosting e chiunque può iscriversi a ognuno di essi. Facendolo traamite questi link otterrete uno sconto che non saprei quantificare perché decidono loro.
Sceglierei sempre il piano base, StartUp, in quanto è possibile fare un upgrade in un secondo momento.

  • Il piano StartUp è perfetto per persone che stanno iniziando adesso un sito web.
  • Il Piano GrowBig ha un ottimo rapporto qualità/prezzo, permette di gestire più siti e comprende SuperCacher, che migliora la velocità del sito.
  • Il piano GoGeek è perfetto per chi ha un eCommerce e grandi siti, o per chi ha bisogno strumenti di sviluppo come GIT integrato e maggiori risorse del server.

 

Passo 2: Scegli un nome di dominio

Puoi scegliere di acquistare un nuovo dominio o di iscriverti con un dominio esistente. Offrono una vasta gamma di estensioni a prezzi convenienti.

 

Passo 3: Rivedi e completa l’ordine

A differenza di molti provider di hosting, gli sconti pubblicizzati si applicano a qualsiasi periodo venga scelto durante la prima iscrizione. Lo sconto si applica anche se si sceglie di iscriversi per un solo anno mentre altri provider applicano prezzi più bassi solo se ci si iscrive per periodi più lunghi.

Il tentativo lo farei a prescindere poiché entro 30 giorni si può avere il rimborso, sono convinto che non servirà ricorrere a tanto perché è un servizio fantastico ma la possibilità di tornare indietro in caso di ripensamento è un valore aggiunto da non ignorare.