risparmiare-batteria-smartphonePossedere uno smartphone, oltre alle normali funzioni di chiamata e ricezione messaggi, significa avere accesso a contenuti multimediali portatili, social media ed, più recentemente, una fotocamera sempre a portata di mano.
Per poter far ciò, se non si possiede un powerbank su cui fare affidamento, è necessario disporre di un’autonomia che consenta in un’intera giornata di usufruire di tutti questi vantaggi e non lasci il telefono completamente a secco.
Le case produttrici lo sanno bene ed è per questo che molto spesso le batterie dalla grande autonomia sono montate su dispositivi top di gamma, non sempre accessibili a tutti. Ma è giusto investire su questi telefoni?
Vantaggi degli smartphone top di gamma
Possedere un telefono di ultima generazione non significa solo avere una buona autonomia: questi device sono sempre equipaggiati con processori ad alte prestazioni, sistemi operativi con aggiornamenti costanti garantiti e altre feature che difficilmente sono ritrovabili su cellulari più economici.
I migliori dispositivi con sistema operativo Android del momento, con una buona durata della batteria, sono i seguenti:

Samsung Galaxy S10e, S10 e S10+

È tra i migliori (e costosi) telefoni di punta sul mercato, disponibile in tre varianti (dalla più economica, S10e, il modello standard S10 e la versione S10+) che mantengono il medesimo SoC Exynos 9820 con CPU octa-core ma cambiano dimensioni di schermo (rispettivamente 5,8”, 6,1” e 6,4”), taglio di memoria (che non scende mai sotto i 6 Gb di RAM e 128 Gb di memoria interna) e numero di fotocamere. Anche le dimensioni delle batterie sono leggermente diverse (3.100 mAh per S10e, 3.400 mAh per S10 e ben 4.100 mAh per S10+) ma diversi test portati a termine hanno dimostrato l’efficienza della loro autonomia in grado di superare a pieno un’intera giornata di utilizzo. Inoltre

 

Huawei P20 Pro/P30 Pro

Altro brand che è stato in grado di produrre negli ultimi anni telefoni straordinari investendo molto sul fattore fotocamera.
P20 Pro e P30 Pro montano processore su licenza Huawei ”HiSilicon”, rispettivamente Kirin 970 e 980 entrambi octacore, display da 6,1” e 6,47” e batteria da 4000 mAh per il primo e 4200 mAh per il secondo equipaggiato anche con ricarica wireless.
In entrambi i casi le ottime prestazioni sono accompagnate da un’autonomia straordinaria in grado di arrivare anche al giorno dopo nonostante un utilizzo intenso.

 

• Asus ROG Phone

Si tratta di uno smartphone sviluppato e pensato per il gaming.
Le sue caratteristiche lo rendono un telefono a tutto tondo e perfetto anche per gli utilizzi più comuni.
Proprio perché si tratta di un telefono per giocare, le prestazioni della batteria (ben 4000 mAh) sono state ottimizzare per far fronte a lunghe sessioni di playing.
Possiede un display AMOLED da 6” e fantastico processore octacore Qualcomm Snapdragon 845 che aiuta a massimizzare le prestazioni della batteria.

 

• Sony Xperia XZ3

La grande S continua ancora a produrre ottimi cellulari e il suo nuovo top di gamma è uno di questi: design accattivante, display da 6”, splendido processore octacore Qualcomm Snapdragon 845 che aiuta a bilanciare la buona batteria da 3300 mAh e garantisce una durata di autonomia per tutta la giornata. Inoltre dispone della ricarica wireless.

Come è possibile notare, oltre a delle batterie capienti, molti dei telefoni sopra citati presentano componenti o specifiche ad alte prestazioni che permettono di svolgere con maggiore facilità le svariate funzioni e operazioni.

È giusto comunque sottolineare che possedere una grande batteria non implica necessariamente ”lunga durata”: ad esempio, il nuovo Samsung Galaxy S10 con funzione 5G possiede una batteria da 4.500 mAh che è stato necessario installare per bilanciare i consumi del nuovo modulo per la rete 5G. Bisogna trovare dunque il giusto equilibrio tra hardware a bassi consumi e batterie capienti.

[amazon_link asins=’B07K1D2T5Z,B017LZBTPQ,B07H4GM8M7,B07PRB69MM’ template=’ProductCarousel’ store=’ilcongee-21′ marketplace=’IT’ link_id=’b5969287-8a0c-45f2-952d-0139eb39023a’]


Accorgimenti per risparmiare la batteria

Che si disponga di un telefono molto potente e dalla buona autonomia, se non si sa gestire le proprie funzionalità si rischierà comunque di prosciugare la batteria e, nel peggiore dei casi, di danneggiarla col passare del tempo. Ecco di seguito alcuni utili consigli che permetteranno anche a telefoni più modesti di arrivare a fine giornata e tirare un sospiro di sollievo.

– Modalità Risparmio Energetico: è un’opzione disponibile su quasi tutti i telefoni odierni e permette di impostare automaticamente il telefono per conservare quanta più autonomia possibile disattivando alcune funzioni o riducendo la luminosità dello schermo.

– Limitare le applicazioni: alcune app rimangono attive in background, inviano costantemente notifiche o mettono sotto sforzo il processore. Sarebbe opportuno dunque controllare quali consumano più energia e cercare di limitarne le funzionalità, a volte basta regolare i giusti settaggi nelle ”Impostazioni”

– Ridurre il consumo della rete dati: sia che si tratti dei Gigabyte in promozione o della rete Wi-fi di casa, alcune applicazioni richiedono più dati di altre per funzionare con conseguente consumo di batteria. Basta restringere il consumo dati ad una certa soglia tramite le impostazioni di rete oppure attraverso applicazioni di terze parti.

– Effettuare una scansione antivirus: molto spesso nei nostri dispositivi si annidano file o applicazioni indesiderati acquisiti attraverso ricerche incaute o siti non affidabili che restano silenziose ma attive, alcune delle quali mettono in moto forzatamente la batteria riducendone l’autonomia.
Sottoporre il proprio smartphone ad una scansione antivirus aiuterà ad individuare e debellare la fonte sgradita della perdita di prestazioni nella durata della batteria.