IMAC  27 ME089iMac 27 Me089
31Dicembre 2014 – Usato (Aprile 14)
1300,00 €
EBAY


Perché proprio un iMac?


Che io ricordi  fare l’autodidatta del fotoritocco mi diverte da sempre.

Cominciai con paint su un 486 ai tempi di windows 3.1, con il mouse che funzionava con la pallina di gomma, quel meccanismo carino che ogni settimana andava scaccolato.
Il primo approccio ad un software più avanzato fu con Corel Draw, roba da pentium III 450mhz, roba da passarci le giornate solo con il gusto di deformare la realtà di una foto. E sono “cresciuto” così, ad ogni pc più potente corrispondeva una nuova versione di Corel.
Photoshop lo avevo sempre visto da lontano, come un fratello maggiore di Corel, più capace ma anche più complicato da imparare. Per quel che mi serviva Corel era più che sufficiente, a volte anche Gimp.
Poi è stata la volta del video editing e di CyberLink Power Director. Altre nottate passate a sperimentare e creare

Per caso poi, mi sono ritrovato a seguire un paio di lezioni base di photoshop ed il mondo Adobe mi si è aperto davanti, dovevo assolutamente recuperare il tempo perduto dietro la concorrenza.
Per orientarmi nel nuovo software di ritocco ho cominciato un’intensa sessione di allenamento, ho tolto le rughe a Montezemolo, reso liscia la pelle di Cassano e tolto 25 anni dal viso di una ex modella americana. E’ stata poi la volta di Illustrator, poi ancora Premiere per finire su quel gioiello che è After Effects.

Tutto bello, tutto affascinante ma qualcosa mancava:

Potenza di calcolo ed uno schermo più grande

Fissato l’obiettivo la sfida è sempre quella di ottenere il massimo rapporto qualità prezzo.

Le condizioni alla base implicano l’abbandono del piccolo Sony Vaio da 14″ per un pc fisso. O meglio, da questo momento in poi delle elaborazioni grafiche dovrà occuparsene una macchina adatta. Per tutto il resto c’è il vaio.

La prima domanda che uno si fa è


Mac o PC?


Come caratteristiche cercavo un i5 quad core di ultima generazione, 1gb di memoria video e almeno 8gb di RAM
L’iMac 21,5″ non offriva queste caratteristiche mentre il 27″ richiedeva un esborso di 1850 euro, decisamente troppo.
Vada per il PC mi dissi.
La sorpresa amara è stata constatare che per ottenere quelle prestazioni servivano almeno 800 euro a cui aggiungerne altri 300 volendo prendere uno schermo full hd dai 21 pollici in su.
1100 euro. Mumble mumble.

Certo che scattare foto da 15 megapixel e poi guardarle e lavorarle su schermo da 1,5 megapixel (1600×900) del vaio è proprio uno stupro.
Lo schermo da 300 euro ipotizzato sarebbe un full hd, 2 megapixel. L’iMac 27 offre uno schermo da 2560×1440, 3,5 megapixel ed una grandezza del display superiore, qualcosa del genere, inteso come solo schermo, costerebbe sui 1000 euro.

E che iMac sia allora.
Dopo un iMac 27 2011 da 1050 euro restituito

Dopo un iMac 27 Me089 nuovo, pagato 1650 e mai arrivato (leggi l’articolo)

Ecco a voi iMac 27 Me089 di Aprile 2014 a 1300 euro su Ebay!

Ebay ha quel fantastico strumento che si chiama Paypal, così bello che trovo assurdo pagare un oggetto con bonifico bancario del tutto tracciabile e una volta non ricevuta la merce non avere garanzie mentre pagando con una mail ed una password ho tutte le tutele del mondo.

Ad ogni modo mi sono preso il mio rischio comprando da utente a feedback (1) ma ripeto, Paypal come metodo di pagamento è una sicurezza.
Come approccio a questo acquisto ho scelto di fare una ricerca limitata ai soli “compralo subito”, le aste per i prodotti apple sono delle mattanze incredibili.
Ho messo il modello desiderato (iMac 27 me089) e poi ordinato la ricerca in base a quelli appena messi in vendita, del resto se un compralo subito è online da settimane significa che proprio non conviene. Con stupore ho trovato quello che cercavo ad un prezzo insperato, 1300 euro. (Questo è il link per eseguire la stessa ricerca adesso)
E’ una macchina che nuova costa ancora 2033 euro su Apple Store, inoltre ha un valore abbastanza resistente nel tempo e trovarla usata di 7 mesi (con ancora 1 anno e 5 mesi di garanzia estendibile di un ulteriore anno con Apple Care al costo di 180 euro circa) è stato davvero un colpo di fortuna. Il venditore assolutamente serio, fin troppo, mi ha chiamato aggiornandomi ad ogni step. Acquistato il 23 Dicembre 2014 ho ricevuto il Mac il 31 Dicembre 2014 chiudendo questa annataccia alla grande.
L’intenzione è di ampliare la RAM a 16gb se non addirittura a 32gb ma i costi sono esorbitanti quindi sarà un’altra caccia all’occasione da fare in futuro.
Intanto sto programmando di rimetterlo in vendita a Novembre 2016 quando avrà ancora 6 mesi di garanzia. Se dovesse mantenere il trend delle serie precedenti potrebbe essere venduto benissimo a 1200 euro a fronte di una spesa di 1480 euro compresa estensione di garanzia. Che dire, iMac costa tanto ma se si intende rinnovarlo abbastanza spesso una volta sostenuto l’investimento iniziale dopo la spesa diventa accettabile.


La mia opinione su iMac 27″ ME089


Il packaging è minimale ed elegante, avrete visto nei negozi di elettronica la valigetta di cartone bianco pronta a sedurvi.
Una volta aperta si sprigiona tutto il fascino di un oggetto dal design unico e materiali superiori a qualsiasi all-in-one, del resto anche il prezzo lo è.
Apple iMac ha un hardware derivato dai portatili di fascia alta e forse questo ne limita un po’ le prestazioni o comunque ne giustifica in parte il prezzo.
Una volta acceso il rumore prodotto dalle componenti è davvero irrisorio e lo spettacolo di un display di questa qualità rapisce facilmente. La lavorazione delle immagini assume nuovi standard, si riescono ad apprezzare sfumature di colore che su schermi di altro tipo sfuggono e poi tanti pixel garantiscono una visione d’insieme più globale e ciò non può che essere un vantaggio.
E’ un po’ come parlare della differenza tra tv Full HD e tv 4K, con la sola differenza che con una tv 4K non ci fate nulla al momento visto che nessuno trasmette con quella qualità mentre con iMac 27 vi trovate non un gradino ma una rampa di scale sopra ai full HD.
Parlando di iOS Yosemite devo dire che il passaggio da Win 7 è stato meno traumatico del previsto, sarà che è impostato per assomigliare ad un iPhone ed è quindi qualcosa che conosco già. Deluso un po’ dall’app store ma  su un desktop non si dovrebbe fare incetta di applicazioni immondizia, una volta istallati i pacchetti fondamentali il desiderio di andare a cercare il giochino di tendenza non viene nemmeno. Tanta nostalgia del tasto che mostra il desktop su Win7 ma qui la “Scrivania” resta vuota, quindi non serve a nulla mostrarla
Dal punto di vista prestazionale, con photoshop l’uso di certi pennelli manda in crisi il sistema con un vistoso ritardo del rendering, potrebbe essere questione di RAM ( “solo” 8gb istallati per ora) anche se la mia esperienza con gli hard disk SSD mi dice che potrebbe essere una soluzione ottimale averne uno ( Si parla bene anche del Fusion Drive). Per il resto non ho fatto particolari prove di forza, forse a breve smanetterò un po’ con After Effects e se ne potrebbero vedere delle belle, con i 2gb ddr5 della memoria video chissà.
Il Magic Mouse mi ha veramente deluso, ha la parte superiore touch ed è programmabile con molte gesture, il problema è la sensibilità e l’estensione dell’area touch esagerata. Come ci si muove si finisce per attivare una qualche gesture con non poca frustrazione. Fatto sta che dopo una settimana di entusiasmo per un mouse così al servizio dell’utente ho finito per disattivare tutte le funzioni extra per una più tranquilla e salutare gestione del dispositivo.
Infine un’ultima nota sulla tastiera, la tendenza è quella di dotare iMac della tastiera bluetooth compatta. Non sono d’accordo con questa scelta, alla fine un sistema desktop può permettersi qualche filo ed il vantaggio di avere la tastiera usb sta nell’avere oltre al tastierino numerico anche due ottime prese usb supplementari ai lati della tastiera, questo facilita molto il collegamento di un telefono da ricaricare o una tavoletta grafica poiché trovandosi le prese usb 3.0 dietro allo chassis insieme al jack in delle cuffie e al lettore di schede SD sono davvero difficili da raggiungere.

Ultimissima annotazione, non c’è il lettore dvd, si compra a parte. In fondo quando è l’ultima volta che lo avete usato sul vostro pc?

P:S: Le casse integrate sono da paura, ignoro la potenza ma strillano davvero tanto, testate con GarageBand